Andrea Lanfri

Atleta paralimpico e alpinista

Andrea Lanfri

Atleta paralimpico e alpinista
facebook-icon

Bio

È atleta paralimpico della nazionale italiana di atletica leggera e alpinista. All’età di 29 anni, nel 2015, contrae la meningite con sepsi meningococcica, che gli fa perdere entrambe le gambe e sette dita delle mani. Prima di questo anno era un grande appassionato di montagna, gli piaceva praticare di tutto: dal trekking all’arrampicata, all’alpinismo. Mentre era in ospedale, era fortemente convinto che un giorno sarebbe tornato a fare le stesse cose di prima. Dopo il risveglio dal coma, e in seguito alle amputazioni, dentro di lui si è rimasta viva una grande voglia di correre.

La sua carriera sportiva e la sua nuova vita da atleta iniziano grazie a una raccolta fondi, che gli permette di allenarsi e di entrare a far parte della nazionale italiana di atletica leggera paralimpica, conquistando record, medaglie europee e un argento mondiale a Londra, oltre a raggiungere tanti altri traguardi: corre con un paio di protesi in fibra di carbonio e diventa il primo atleta uomo italiano della storia a correre con doppia amputazione agli arti inferiori sotto i 12 secondi nei 100 metri piani. 

Nel 2017 torna a praticare anche l’arrampicata libera, grazie a sponsor che gli realizzano protesi adatte allo scopo, e scala numerose vette in Corsica, Italia, Ecuador, Nepal.

Nel 2018 viene pubblicata la sua prima autobiografia: Voglio correre più veloce della meningite.

Quando si allena per una nuova sfida, condivide sempre la sua esperienza per motivare le persone a superare le difficoltà della vita, piccole o grandi che siano, per dimostrare che i limiti in realtà non sempre sono reali. Partecipa come testimonial a progetti culturali nelle scuole, a fiere di settore, a congressi ed eventi sportivi e lo rende felice sapere che un suo intervento sia stato di aiuto a qualcuno che aveva solo bisogno di vedere che tutto è possibile.

PARTECIPA GRATIS